Phoenix Gilman - Perché le diete falliscono

Rispondi
Azrath

Messaggio da Azrath » 04/02/2011, 12:45

Perché le diete falliscono.
La cruda verità. Scopri come dimagrire e mantenere il giusto peso nel tempo

Immagine

Un testo che smonta una serie di luoghi comuni che danneggiano e viziano la nostra alimentazione, in particolare il mito della pasta e del pane, che spopola in tv e nei vari pseudo programmi per la salute, il mito della dieta senza grassi ed il mito del non mangiare per dimagrire. In realtà sono tutte cose che fanno ingrassare.

L'autrice affronta con grande capacità espressiva il tema dell'alimentazione usando come stile comunicativo il dialogo, ipotetico, tra lei e il lettore. Sebbene non mi piaccia molto, in questo caso ha avuto la grande peculiarità di rendere la lettura molto più scorrevole e nello stesso tempo di renderla più vicina, come se fosse un dialogo vero tra due amiche/amici. Per di più si tratta di un dialogo sano, sincero e veritiero, ancorché difficile da digerire - è il caso di dirlo, dato il tema! - per chi ha fatto dell'alimentazione un'attività routinaria e passiva.

L'autrice non mostra ricerche scientifiche, né fa uso di formule chimiche o nozioni mediche per dimostrare quanto afferma, ma mostra una grande intelligenza intellettuale esortando il lettore a controllare ogni cosa scritta per rendersi conto da sé. Personalmente l'ho fatto, ho cercato su internet e consultato più fonti, e devo dire che ho trovato conferma di un buon 90% delle nozioni da lei fornite. Non che il restante 10% sia falso, ma non sono riuscito a trovarlo con quelle poche ricerche che ho fatto.

Circa i contenuti, il libro ruota intorno al rapporto tra serotonina ed insulina, spiegando come i carboidrati ad alto indice glicemico producono un rapido aumento di insulina. L'insulina è causa di un aumento della produzione di serotonina, la quale toglie lo stimolo della fame. Il guaio è che mentre la serotonina viene ricaptata velocemente, le calorie restano e, se in eccesso, vengono immagazzinate sotto forma di grasso. Questo porta ad una malevola risposta adattativa del cervello: infatti, quando la serotonina "finisce", torna immediatamente lo stimolo della fame, il quale conduce al desiderio di altri carboidrati che siano in grado di ripristinare rapidamente i livelli di serotonina. Si entra così in un circolo vizioso che porta a mangiare carboidrati, specie quelli ad alto IG, per ottenere serotonina ed inevitabilmente ad accumulare grasso, rischiando diabeti e tante altre patologie.

Bisogna quindi smettere di mangiare cibi ad alto IG, reintrodurre i grassi (quelli buoni) nella dieta, perché i grassi non fanno aumentare l'insulina, e semmai stabilizzare i livelli di serotonina con qualche integratore naturale. In generale è necessario cambiare le pessime abitudini alimentari che si basano sul mito dei pochi grassi, sul fast food, sui cibi inscatolati e sui digiuni, per ritornare all'alimentazione genuina di una volta.

______________________________________

Questa è la recensione che ho fatto io personalmente su aNobii, ma ho pensato che il tema potesse interessare un po' tutti. Così ve la propongo. :)

Per chi ne vuole sapere di più sul concetto di Indice Glicemico (IG), ecco alcuni siti utili:
+ http://www.my-personaltrainer.it/indiceglicemico.htm
+ http://www.montignac.com/it/ig_tableau.php#haut



Rispondi

Torna a “Letteratura”