George Orwell - 1984

Rispondi
Lord

Messaggio da Lord » 04/06/2009, 18:23

Scritto nel 1948 ma ambientato in un futuro 1984, l' inglese Orwell ci catapulta in un futuro distopico, dominato dagli interessi di classi politiche rappresentate da una entità immateriale che controlla le vite di tutti gli abitanti del mondo, il Grande Fratello. Il protagonista è alla continua ricerca di uno sprazzo di libertà.

Questo è l' inizio dell' originale.

It was a bright cold day in April, and the clocks were striking thirteen. Winston Smith, his chin nuzzled into his breast in an effort to escape the vile wind, slipped quickly through the glass doors of Victory Mansions, though non quickly enough to prevent a swirl of gritty dust from entering along with him. The hallway smelt of boiled cabbage and old rag mats. At one end of it a colored poster, too large for indoor display, had been tacked to the wall. It depicted simply an enormous face, more than a meter wide: the face of a man about forty-five, with a heavy black mustache and ruggedly handsome features. Winston made for the stairs. It was no use tryling the lift. Even at the best of times it was seldom working, and at present the electric current was cut off during daylight hours. It was part of the economy drive in preparation of thr Hate Week. The flat was seven flights up, and Winston, who was thirty-nine, and had a varicose ulcer above his right ankle, went slowly, resting several times on the way. On each landing, opposite the lift shaft, the poster with the enormous face gazed from the wall. It was one of those pictures whitch are so contrived that the eyes follow you about when you move. BIG BROTHER IS WATHCHING YOU., the caption beneath it ran.



FEDINO

Messaggio da FEDINO » 04/06/2009, 20:42

è stupendo.

Lord

Messaggio da Lord » 05/06/2009, 0:23

mi fa piacere che qualcuno lo abbia letto perchè ti travolge davvero

La_VeRiNa

Messaggio da La_VeRiNa » 08/06/2009, 20:35

capolavoro :clap: anke se x un certo periodo ho odiato profondamente Orwell,causa un esame di letteratura inglese :roll: :lol:

La PiNgU

Messaggio da La PiNgU » 05/10/2009, 20:08

molto difficile... ma il significato di fondo è veramente interessante oltre che istruttivo.... molto bello... nel suo complesso l'ho odiato xk sono stata costretta a leggerlo assieme ad altri libri di Orwell dal mio prof ma poi ho cominciato ad apprezzarlo davvero questo libro...

Tati

Messaggio da Tati » 30/10/2009, 12:31

A me non è sembrato difficile,anzi,per l'anno in cui stato scritto relativamente scorrevole e senza dubbio interessante. :yeah: concordo anch'io nel dire che è un capolavoro.Terribile nella sua cruda verità..e purtroppo molto attuale..
E' un libro indescrivibile secondo me,và letto e basta.L'ho letto 2 anni fa e devo dire che mi è davvero rimasto impresso,Orwell era un profeta..ed era avanti anni luce per l'epoca in cui ha vissuto.
Un suo libro che invece ho odiato è stato "la fattoria degli animali"che mi avevano costretto a leggere in seconda media..ditemi voi quanto può essere capito quel libro da una bambina di 12 anni! :roll: poi se lo leggessi adesso probabilmente lo rivaluterei..ma farlo leggere a quell'età è a dir poco inutile! :lol:

LaTrilly

Messaggio da LaTrilly » 27/12/2009, 20:55

anche io in alcuni punti l ho trovato un po' difficile, diciamo che non è proprio il libricino che ci si legge in treno, però mi è piaciuto molto anche se di orwell ho decisamente preferito la fattoria degli animali, mi metteva un senso di ansia troppo strano...boh

krAsty

Messaggio da krAsty » 05/08/2010, 13:21

1984 è veramente spettacolare....vi consiglio anche il film...ovviamente molto meno dettagliato del libro ma sembrano prendere vita tutte le cose narrate nel libro che il lettore può solo creare con l'immaginazione (ambienti, situazioni ecc...)......nel film è abbastanza impressionante la sequenza delle torture nella famosa stanza 101................

Jamma

Messaggio da Jamma » 21/10/2010, 21:26

Lo sto leggendo ora :asd:
mi ha preso davvero molto,dirò la mia appena finito :)

Rispondi

Torna a “Letteratura”