Stagione 2010 - Le new entry sono in ritardo "giustificato"

Rispondi
Avatar utente
the_gex
Messaggi: 1610
Iscritto il: 23/04/2009, 21:45
Next party: a casa mia xe sempre festononona!
Località: Monfalcone (Go)
Contatta:

Messaggio da the_gex » 09/02/2010, 22:15

Problemi tecnici o economici, pura strategia o politica: le new entry che dovevano rivoluzionare il Circus stentano. Per Campos Meta e US F1 la possibilità, quasi certezza, di dover saltare i primi tre GP. Il "Patto della Concordia" lo permette ma i dubbi sono e rimangono tanti. Troppi...

È ciò che rimane dell'era Max Mosley. Le new entry che dovevano cambiare gli equilibri, secondo qualcuno addirittura stravolgerli. I nuovi budget legati all'intelligenza di pochi contro lo strapotere dei soliti ricchi. Da qui tutto il triste spettacolo che conosciamo fin troppo bene. Ciò che rimane dell'era Mosley: Campos e US F1, due team nuovi, freschi e giovani. Dovevano partire dal Barhein, partiranno, forse, dalla Cina. Un mese di ritardo che trasforma queste new entry rivoluzionarie in qualcosa di troppo simile a vecchi siparietti visti e rivisti. Ma andiamo con ordine...

La spagnola Campos Meta Scuderia gestita dall'ex pilota Adrian Campos e protagonista di uno dei colpi a sorpresa del mercato piloti: Bruno Senna. Un nome tanto importante e affascinante da far sparire la realtà delle cose. Bruno Senna al volante ma non si sa da quando. Soldi, tanti soldi dagli sponsor che a quanto pare non bastano. Ma il caso della Campos è abbastanza ambiguo: la monoposto c'è. Il pilota di punta anche. Il problema sarebbe un mancato pagamento alla Dallara (la Campos nasce proprio dalle ceneri del costruttore emiliano). Secondo indiscrezioni sarebbero meno di quattro milioni di euro la seconda rata non pagata. Possibile? A quanto pare si ma è strano anche l'inserimento nella trattativa della Stefan GP. L'ultimo giorno valido per l'acquisto totale è domani, 10 febbraio, in caso contrario Dallara sarà libero di dare tutto a Zoran Stefanovic. Ripetiamo, possibile? E qui entra in scena un altro tassello del complicato puzzle. Il cosiddetto Patto della Concordia che permette ai team di poter saltare 3 Gp nella stagione iridata. Questo sarebbe il mese di permesso del team Campos. E se si trattasse di pura strategia? O meglio, un mese, tre Gran Premi per valutare la situazione e lavorare a nuove soluzioni. O forse solo un grande teatrino per consegnare tutto nelle mani proprio di mister Stefanovic (con il ritorno di Ralph Schumacher in Formula Uno).

I dubbi americani Storia diversa quella della US F1. Il presidente Windsor promette di stare nei tempi ma intanto sono poche le notizie che arrivano dall'America. Sicuro il giro politico per la guida della monoposto: c'è la firma di Lopez che con il sostegno di tutto un paese, l'Argentina, si dice pronto a partire dal Bahrein. Windsor parla di un semplice problema burocratico e lancia messaggi di sfida poco attendibili agli avversari da domani impegnati nella secoda sessione di test prestagionali. US F1 che non ha fatto neanche un giro e lamenta ritardi di progettazione al limite del ritiro. Nessun problema e noi vogliamo credere alla parola del grande capo. Vedremo tra poche settimane quello che succederà.

L'unica cosa certa è che quel che rimane dai fattacci del 2009 continuano a fare brutta notizia. Giri non proprio chiari e misteri che avvolgono un Circus che promette spettacolo in una nebbia di Formula Caos che tutti vorrebbero cancellare. Le figlie di Mosley si presentano all'appuntamento come assenti giustificate. Ritardi e dubbi che lasciano perplessi e che, diciamo la verità, hanno decisamente stancato i grandi appassionati di Formula Uno. Un nuovo capitolo si è aperto o sta scrivendo solo gli ultimi versi. L'importante è che si chiuda.
Andrea Prete / Eurosport


ebbeh...dalla campos meta avevo qualche dubbio, visto che avevo fatto domanda di assunzione mesi fa e la loro risposta e' stata che stavano limitando il personale...
per il resto vedremo nei prossimi giorni...



Avatar utente
the_gex
Messaggi: 1610
Iscritto il: 23/04/2009, 21:45
Next party: a casa mia xe sempre festononona!
Località: Monfalcone (Go)
Contatta:

Messaggio da the_gex » 10/02/2010, 18:38

risposta della federazione:

Parigi, 10 feb. - (Adnkronos) - ''Ogni team iscritto al campionato e' tenuto a partecipare ad ogni evento della stagione. Ogni defezione, anche per un singolo appuntamento, costituirebbe una violazione del Patto della Concordia e dei regolamenti Fia''. La Federazione internazionale dell'automobile (Fia) chiarisce che ciascuno dei 13 team iscritti al Mondiale di Formula 1 dovra' partecipare a tutte le 19 gare in calendario per la stagione 2010. La Fia smentisce cosi' le indiscrezioni relative ad un 'bonus' per le nuove scuderie: i team che debutteranno nel circus non potranno saltare 3 gare senza subire poi provvedimenti.

Avatar utente
the_gex
Messaggi: 1610
Iscritto il: 23/04/2009, 21:45
Next party: a casa mia xe sempre festononona!
Località: Monfalcone (Go)
Contatta:

Messaggio da the_gex » 19/02/2010, 15:01

F1: Kolles e Willis pronti a salvare la Campos
Lo spagnolo si fa da parte e l'azionista di maggioranza diventa Carabante


Ci vorrà una sostanziale ristrutturazione dello staff manageriale, ma alla fine la Campos Gran Prix sembra vicina a risolvere i suoi problemi. A fare la valigia sarà proprio colui che dà il nome alla squadra, cioè Adrian Campos, mentre l'azionista di maggioranza, Josè Ramon Carabante, diventerà l'unico proprietario del team, anche se si vocifera che ci potrebbe essere anche una piccola partecipazione di Bernie Ecclestone. Carabante avrebbe già trovato due uomini di fiducia cui affidare le redini della squadra in Colin Colles e Geoff Willis: il primo è l'ex team principal della Force India, mentre il secondo ha da poco lasciato il ruolo di direttore tecnico della Red Bull, ma è famoso anche per il suo passato alla Williams e alla Honda.

Per quanto riguarda i piloti, confermato Bruno Senna, per il secondo sedile si è aperta una disputa tra Karun Chandhok, indiano con grande esperienza in Gp2, ed il campione in carica della Formula Renault 3.5 Bertrand Baguette. Ad oggi il favorito sembra essere Chandhok, vista la grande amicizia che lega suo padre a Bernie Ecclestone. Mister E infatti si starebbe esponendo non poco a riguardo. Visti i ritardi accumulati sullo sviluppo della Dallara-Cosworth è praticamente impossibile che la squadra spagnola possa scendere in pista nei test della settimana prossima a Barcellona, ma la presenza al Gp del Bahrein non sarebbe più in discussione.

Avatar utente
the_gex
Messaggi: 1610
Iscritto il: 23/04/2009, 21:45
Next party: a casa mia xe sempre festononona!
Località: Monfalcone (Go)
Contatta:

Messaggio da the_gex » 19/02/2010, 15:03

altro articolo:

Alla fine il lavoro di Bernie Ecclestone ha dato i suoi frutti. La Campos Meta 1 diventerà scuderia Volkswagen nel 2011. Si risolve così la lunga trattativa del team spagnolo ancora in dubbio sulla partecipazione al prossimo campionato mondiale per problemi economici. Ecclestone, che ha sostenuto l’entrata nel Circus di Adrian Campos e della sua scuderia, è riuscito ad allontanare l’azionista di maggioranza Josè Ramon Carabante che dal Bahrain abbandonerà la direzione del gruppo. La sede del team rimarrà vicino a Valencia, ma tra un anno la proprietà sarà venduta alla casa automobilistica tedesca e Colin Kolles sarà il nuovo direttore sportivo. Da tempo, infatti, la Volkswagen era intenzionata ad entrare in F.1 ed Ecclestone, sapendo dell’interesse dei tedeschi, è riuscito a far firmare due giorni fa l’accordo con Campos, in trattativa con l’imprenditore sudafricano Texeira che non ha ancora dimostrato di poter risollevare la Campos Meta 1. Per la stagione 2010 il team spagnolo continuerà ad essere gestito dai tecnici che hanno curato il pre-stagione e la motorizzazione è stata confermata come Dallara Cosworth. Anche Bruno Senna, unico pilota della scuderia è rimasto al suo posto, anche se rimane da scegliere la secondo guida. In questo modo si riducono quindi le possibilità della Stefan GP di partecipare al campionato di F.1. Ma il milionario serbo Stefanovic non si è ancora arreso: se la Campos Meta 1 è riuscita a trovare una soluzione per risollevarsi economicamente, non è detto che lo stesso accada per la USF1 che dall’altra parte dell’oceano Atlantico non sembra passarsela così bene. Se il pubblico attende la presentazione ufficiale, la Fia aspetta le garanzie per la stagione ormai alle porte. Jean Todt deve proseguire la politica iniziata lo scorso anno dal suo predecessore Max Mosley, ossia riuscire ad aprire la F.1 a più investitori possibili, ma per Ecclestone non sarà facile risolvere il caso.

Avatar utente
the_gex
Messaggi: 1610
Iscritto il: 23/04/2009, 21:45
Next party: a casa mia xe sempre festononona!
Località: Monfalcone (Go)
Contatta:

Messaggio da the_gex » 19/02/2010, 15:07

USF1, a rischio la partecipazione al Mondiale 2010

Da USF1 giungono segnali contrastanti. Per diversi mesi si era parlato di una sua grande volatilità, ma la breve storia ammantata di mistero della squadra americana aveva guadagnato alcuni tasselli, per rassicurare la platea. Dopo l’annuncio del reclutamento di John Anderson come team manager, avvenuto a cura da Ken Anderson e Peter Windsor, erano iniziati a circolare nuovi elementi relativi allo sbarco nel Circus.I redattori della rivista Racecar Engineering, dopo la visita alla factory di Charlotte, si erano sbilanciati, assicurando la partecipazione al primo Gran Premio stagionale del Bahrain. Da loro anche un’anteprima sul nome dell’auto: Type 1. Si era detto che l’esordio in pista sarebbe avvenuto a inizio febbraio, al Barber Motorsport Park dell’Alabama, con un modello a forte carica innovativa, capace di suscitare molte attenzioni.
Ma ora tornano a farsi largo le perplessità iniziali di Bernie Ecclestone. Secondo i giornali argentini, infatti, Windsor avrebbe ammesso che la squadra potrebbe saltare le prime tre gare o l’intero campionato. Questa situazione dirotterebbe il pilota Josè Maria Lopez verso la Campos. L’eventuale defezione di USF1 potrebbe aprire le porte della Formula 1 alla scuderia serba Stefan GP, che ha acquistato parecchio materiale dalla Toyota, per prepararsi alla nuova opportunità. Nei prossimi giorni ne sapremo di più.

Avatar utente
the_gex
Messaggi: 1610
Iscritto il: 23/04/2009, 21:45
Next party: a casa mia xe sempre festononona!
Località: Monfalcone (Go)
Contatta:

Messaggio da the_gex » 20/02/2010, 19:16

F1: Us F1, Contatti Con Fia Per Saltare Prime Gare 2010

sab, 20 feb 16:02:02 2010

New York, 20 feb. - (Adnkronos) - ''In un mondo ideale, potremmo saltare le prime 4 gare e presentarci a Barcellona''. La US F1, il team statunitense che dovrebbe partecipare al Mondiale 2010 di Formula 1, non sara' pronta per l'avvio del campionato che si aprira' il 14 marzo con il Gp del Bahrain. Ken Anderson, uno dei fondatori della squadra, al New York Times afferma che la scuderia potrebbe disertare anche i successivi appuntamenti in Australia, Malesia e Cina. ''Stiamo lavorando con la Fia per chiarire quante gare possiamo saltare'', dice Anderson facendo riferimento ai contatti in corso con la Federazione internazionale dell'automobile. Recentemente la Fia ha chiarito che l'assenza in un singolo Gp sara' considerata una violazione regolamentare. La norma vale anche per le nuove squadre che si apprestano ad esordire nel circus. ''Penso che tutto sia possibile'', dice Anderson. ''Ma che senso avrebbe?'', aggiunge pensando ad eventuali sanzioni. ''Perche' ci dovrebbero accogliere e poi, al primo ostacolo sulla strada, sbatterci fuori? Non e' questo il messaggio che stiamo ricevendo. Vogliono aiutarci, non affossarci'', spiega ancora.

Rispondi

Torna a “Sport automobilistici”