Dj set e tracklist pre-preparati

Info e commenti generali riguardo la scena musicale ed il movimento hardcore
Rispondi
Nightmare

Messaggio da Nightmare » 24/12/2012, 20:55

Vedendo questa foto,il documentario degli Endymion e leggendo altri vari commenti in giro per la rete da parte di dj affermati e non,mi è venuta questa riflessione che purtroppo giudico un altro passo verso lo sprofondo del mestiere/professione del dj verso un livello molto piu mediocre rispetto ad anni fa,anche se sembra che sia diventata piu' di una consuetudine ormai..

Panic su twitter scrive: "Working on my playlist for tonight @ Back 2 School" e posta la foto allegata sottostante..

Ora,da quando ho iniziato a suonare,ma cmq è sempre stata una prerogativa della professionalita' di un dj, ho imparato che le playlist/tracklist o come le volete chiamare,vanno fatte sul momento..o meglio uno si puo' fare un'idea dei pezzi che si vogliono mettere durante il set,ma solo un'idea,sicuramente fino a poco tempo fa non era assolutamente "concepibile" che un dj si preparasse il set da suonare poi in discoteca prima,con magari anche gia' una scaletta..anche xche il dj oltre a saper mettere a tempo deve scegliere i pezzi da mettere,deve sapere come tenere la pista piena o cmq il piu' possibile e se un pezzo svuota la pista dev'essere subito pronto a cambiarlo..e soprattutto il dj deve anche avere fantasia nella selezione e saper improvvisare.. ma se uno si fa gia' la playlist a casa o in studio e va in discoteca con il set praticamente gia' fatto,come puo' eventualmente ovviare x esempio al fatto che uno o piu' pezzi non "funzionino" e debba quindi stravolgere la sua playlist? e se x caso il dj che suona prima,suona dei pezzi che si avevano in previsione di suonare?

Anni fa (ma neanche tanti) mi ricordo che era inconcepibile e anti-professionale al massimo che un dj si presentasse in discoteca magari con un foglietto con gia scritti i pezzi da suonare..mentre oggi con i vari Rekordbox,chiavette usb ecc..sento sempre piu' dj o presunti tali,che in pratica si presentano in consolle con il set gia' fatto praticamente..

Cosa ne pensate a riguardo? lo chiedo sia agli altri dj,ma anche a chiunque voglia rispondere e intanto vi auguro buon Natale ;)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.



Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 24/12/2012, 21:10

Guarda Marko, ne ho parlato giusto poco tempo fa con un amico, e tu hai già scritto tutto quello che ho pensato e detto io a riguard. In una parola: tristezza! Ma a palate. Passi il live che lo devi editare a manetta (ma io comunque lo preferisco anche quello alla vecchia maniera), ma i set proprio no dai, e allora che cazzo mettetemi un bot automatico che suoni random che facciamo prima ;)

oltretutto sti set preparati li fanno sempre più spesso nei grossi festival per far andare in sincronia le coerografie, e non vorrei dire, ma guardando il video del dreamteam al thunderdome XX, mi sa che han fatto finta per tutto il quarto d'ora di suonata!

jacco
Messaggi: 129
Iscritto il: 25/04/2009, 13:33
Località: brescia

Messaggio da jacco » 24/12/2012, 21:27

bhe con l'avvento dei cdj ci sono certi dj che si fanno un'ora di set su un cd che non cambiano mai e con l'altro fanno finta di mixare, torniamo ai vecchi e cari vinili

Avatar utente
Alex b Hard
Messaggi: 5389
Iscritto il: 26/04/2009, 13:05
Località: CH
Contatta:

Messaggio da Alex b Hard » 24/12/2012, 21:36

:arrowu: Vero, ma c'è anche da dire che sta anche al dj avere la dignità di non fare un set premixato ;)


Comuqneu verissimo Marko, difatti sul documentario degli Endymion non ho capito molto l'affermazione di Bart che ha detto che da quando si usano le chiavette e si preparano i set prima ci si diverte di più...per quanto mi riguarda è completamente l'opposto. Il bello per me sta proprio nel farsi un'idea di cosa suonare, che poi per la maggior parte delle volte devi stravolgere perché qualcuno suona già quei pezzi a meno che non si mettano dj-tool ecc, o cercare di capire cosa fare in base alla reazione della pista.

A questo proposito cito la tua affermazione...
Nightmare ha scritto: e se x caso il dj che suona prima,suona dei pezzi che si avevano in previsione di suonare?
e dico che nel documentario se non ricordo male risponde pure a questo, dicendo che si mettono spesso d'accordo prima anche con gli altri dj proprio per non mettere gli stessi pezzi. Inoltre mi viene da aggiungere che al loro livello, essendo produttori, alla fine ognuno suona cose proprie per la maggior parte quindi il problema magari non c'è già di base.

Comunque vorrei riuscire a capire l'affermazione di Bart ma proprio non riesco. Sono proprio punti di vista, se si divertono bon per loro ma per quelle volte che mi capiterà di suonare ancora, spero, di sicuro il set non lo preparerò cosi..

Nightmare

Messaggio da Nightmare » 24/12/2012, 21:37

ma indipendenteente dai cdj o dai vinili, io dico che un dj al massimo si puo' fare un'idea di cio che vorrebbe mettere in serata..ma non arrivare direttamente col set gia' scritto o preparato in discoteca xche è veramente triste..aldila' del fatto dei cd o dei vinili.. io x esempio adesso uso solo cd (a parte se suono early-rave ed oldstyle xche x quelle uso solo vinile) ma non mi sognerei mai di dire "metto questi dall'inizio alla fine,succeda quello che succeda".. posso farmi un'idea su alcuni pezzi che VORREI mettere, ma se x caso qualcuno prima di me suona qualcosa che avevo pensato di mettere io, ovviamente non ripeto lo stesso pezzo 20 minuti o mezz'ora dopo... ma con le tracklist gia preparate mi sa che se ne fregano..


si Luca,non parliam poi dei set del Qlimax ecc.. che quelli eran direttamente pre-registrati in studio..li' non si eran solo fatti la tracklist in studio,li' avevan gia fatto e mixato tutto il set.. quella è veramente la morte del dj..

Nightmare

Messaggio da Nightmare » 24/12/2012, 21:40

Alex b Hard ha scritto:Sono proprio punti di vista, se si divertono bon per loro ma per quelle volte che mi capiterà di suonare ancora, spero, di sicuro il set non lo preparerò cosi..
no,ma l'affermazione di base è che il set non si dovrebbe proprio preparare... ti puoi fare un'idea su qualche pezzo da mettere e che ti piacerebbe mettere,ma a mio parere non esiste che il set uno se lo "prepara", xche li' anche la selezione,la fantasia e l'improvvisazione da parte del dj va a puttane..

indipendentemente da quale formato musicale si usi se vinile,cd,chiavetta,sd card ecc.. uno puo' usare quello che vuole,ma non esiste (o non dovrebbe esistere) che si prepari il set prima..

Avatar utente
Alex b Hard
Messaggi: 5389
Iscritto il: 26/04/2009, 13:05
Località: CH
Contatta:

Messaggio da Alex b Hard » 24/12/2012, 22:11

Eh lo so...e' quello che penso anche io. Mah...
Sono curioso di sentire anche altri pareri, magari di chi usa o prepara i set cosi come loro...

Eddy89

Messaggio da Eddy89 » 24/12/2012, 22:41

Aspetta e spera :lol:

cernobeat

Messaggio da cernobeat » 25/12/2012, 3:33


Avatar utente
saluzz
Real Isean handeater
Messaggi: 13853
Iscritto il: 23/04/2009, 14:57

Messaggio da saluzz » 25/12/2012, 11:16

Alex b Hard ha scritto:
Comunque vorrei riuscire a capire l'affermazione di Bart ma proprio non riesco. Sono proprio punti di vista, se si divertono bon per loro ma per quelle volte che mi capiterà di suonare ancora, spero, di sicuro il set non lo preparerò cosi..
si divertono di piu xke possono arrivare in console unti fradici tanto di cappellate non ne fanno... e possono sbevazzare e fare finta di suonare XD

cmq è cosi ormai nei grandi stage... facciamocene una ragione...

il dj non è piu un dj, è una star musicale ke suona in playback!

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 25/12/2012, 11:40

Più o meno si infatti, siamo a livelli di MTV :|
Alex loro intendevano che facendo con chiavette ora riescono a fare un live migliore, invece delle 18 arrivano fino a 22 tracce in quanto risparmiano il tempo di cambiare!

Cristian AoF

Messaggio da Cristian AoF » 26/12/2012, 19:59

Per una volta sono d'accordo con Nightmare. Posso capire arrivare ad un party con un'idea di cosa suonare, ma avere già tutto pronto e prestabilito la vedo come una cosa triste.
Ora anche io uso le chiavette, per evidente praticità rispetto al cd (tanto siamo già in digitale, il tipo di supporto non fa differenza) ma ho le canzoni catalogate per artista, non per playlist preconfezionata. Credo che sia obbligo e dovere di un dj suonare guardando la pista e adattando la sua selezione musicale in modo da far ballare la gente (sempre ovviamente suonando quello che piace a lui).

Avatar utente
Alex b Hard
Messaggi: 5389
Iscritto il: 26/04/2009, 13:05
Località: CH
Contatta:

Messaggio da Alex b Hard » 26/12/2012, 20:02

Ti è mai capitato Cri di affrontare questo discorso con Bart ?

thunder

Messaggio da thunder » 26/12/2012, 21:50

secondo me il "problema maggiore" nn è il supporto se è più comodo o no...(io mi sto attrezzando di pc e controller),ma il fatto che ormai tutti gli artisti (io compreso...nn come artista perchè nn lo sn...ma come semplice dj ke ogni tanto fa qualcosa) quando fanno ul dj set ormai suonano la maggior parte pezzi loro...e quindi è più un live che un dj set,e quimdi si preparano tutto in studio...e questo è veramente una tristezza...ormai è da anni che nel mondo house/progressive si fa quello,e non solo a grossi livelli,ma anche quasi amatoriali....vedi un dj dalle mie parti,nn dico il nome ma forse Marco capisce....

thunder

Messaggio da thunder » 26/12/2012, 21:52

ah si dimenticavo...io ancora tutt'ora uso i cd perche' son altamente rinco con i cdj di ultima generazione ehehehe...amo i cdj100 ahahha
scusate l'OT

Cristian AoF

Messaggio da Cristian AoF » 29/12/2012, 14:49

Alex b Hard ha scritto:Ti è mai capitato Cri di affrontare questo discorso con Bart ?
In che senso? Son scelte, non è detto che la mia è giusta, magari han più ragione loro a far così!

ShaykraixHardcore

Messaggio da ShaykraixHardcore » 29/12/2012, 15:11

:arrowu:
Non penso, allora si fa prima a non far manco venire il dj, scusa si toglie molta importanza al dj cosi

Avatar utente
Alex b Hard
Messaggi: 5389
Iscritto il: 26/04/2009, 13:05
Località: CH
Contatta:

Messaggio da Alex b Hard » 29/12/2012, 15:12

Cristian AoF ha scritto:
Alex b Hard ha scritto:Ti è mai capitato Cri di affrontare questo discorso con Bart ?
In che senso? Son scelte, non è detto che la mia è giusta, magari han più ragione loro a far così!
Beh si chiaro, ma comunque intendo solo se vi è capitato di parlarne magari le volte che vi è capitato di incontrarvi :)

MarcoPatrizi

Messaggio da MarcoPatrizi » 14/02/2013, 20:36

Credo che l'improvvisazione sia un elemento cardine non solo del dj,ma proprio della vita in se per se. Non so voi ma programmare è una delle cose che, oltre a ritenerle inutili, non sopporto proprio. È sicuramente importante decidere in studio (chi ha la possibilità di averlo lol) più o meno su che sound dirigersi e quindi che dischi più o meno suonare ma non dire: " dopo questa traccia ci deve star per forza quest'altra". Questo può andar bene per i podcast, per i dj set "di propaganda" (quelli che uppi su soundcloud/mixcloud per promuoverti) ma non in un "Live set". Nel caso dei dj set "di propaganda" è anche necessario concentrarsi maniacalmente su che passaggi fare, in quale preciso istante, nel caso di un "live set" ciò non è possibile: se un disco svuota non puoi lasciarlo andare finche non raggiungi il punto preciso che voi. È ovvio comunque che in eventi di un certo calibro c'è magari anche una relazione con la scenografia e in questo caso preparare una determinata playlist ha i suoi vantaggi nonché il suo senso : è una cosa che tra l'altro fanno anche i musicisti di un certo livello. ;)

ShaykraixHardcore

Messaggio da ShaykraixHardcore » 14/02/2013, 20:56

:mrgreen:

alessandro parolin5

Messaggio da alessandro parolin5 » 31/08/2014, 17:08

non so se avete notato ma al Miami ultra musica festival a terra affianco alla consolle c'è un quinto cdj 2000 collegato e funzionante ... con quello fanno tutto il festival in playback... peggio di così non si puo'.. concordo con voi

Lele H

Messaggio da Lele H » 01/09/2014, 2:45

Anche evil ho visto far finta di suonare in questo modo o chiamiamola semplicemente nuova tecnica di mixaggio. Alle serate house tutti suonano col mac,i podcast usano tutti ableton live. Io ho iniziato con le chiavette e sono molto piu comodo,anche perche la valigetta piena di cd dopo un po comincia a pesare. Onestamente non saprei,il dj x me era il piatto,quando siamo passati al cd è iniziata l era digitale ora chiavette e sd. Tra 10 anni con cosa suonremo?i set preparati fanno parte del sistema cosi come il cantante che canta pezzi scritti da altri e cosi via,personalmente non lo farei,primo non ho molta discografia personale,secondo non c sarebbe gusto. Altrimenti ormai i dischi li sanno fare tutti e allra siamo tutti dj,magari senza saper suonare ma col set di ableton

Eddy89

Messaggio da Eddy89 » 01/09/2014, 3:44

Lele quando ti incominciano a passare sotto il naso migliaia e migliaia di euro allora cambierai idea...è cambiato anche il concetto di ballare....con i vinili si capiva subito chi era bravo o no... Ad es. fasano quando suonava al jaiss era famoso per i suoi dischi spaccapista,ma nel mixaggio lasciava a desiderare staccava malissimo infatti lo chiamavano zattone....

Nightmare

Messaggio da Nightmare » 01/09/2014, 15:42

Eddy89 ha scritto:Lele quando ti incominciano a passare sotto il naso migliaia e migliaia di euro allora cambierai idea
A mio parere sti migliaia e migliaia di euro,dovrebbero darli a chi veramente dimostra di fare onore alla parola e al termine "dj",a chi ancora si impegna nel mixaggio,nella selezione,nel vedere come reagisce la pista ecc..non ad un branco di coglioni che "suonano" set pre-mixati mentre fan finta di suonare dal vivo..e che vanno a prendersi le consolle dei migliori festival e dei migliori locali,all'80% per merito dei loro "ghost-producers" o dei team di produzione che hanno dietro...

Lele H

Messaggio da Lele H » 01/09/2014, 16:54

In italia infatti non siamo lontani da ció che hai appena detto Marko. Ghost producers che suonano nei migliori party potrei fartene un elenco infinito. Persino nella mia vecchia etichetta ce n erano e hanno suonato ovunque grazie a produttori anche di altri generi che prima lavoravano in sonicsolution e non faccio nomi ma anche cristian AoF sa di chi parlo.

Nightmare

Messaggio da Nightmare » 01/09/2014, 18:41

Si si lo so benissimo che anche in Italia è cosi purtroppo.. e immagino anche di chi parli..

Eddy89

Messaggio da Eddy89 » 01/09/2014, 22:46

Nightmare ha scritto:
Eddy89 ha scritto:Lele quando ti incominciano a passare sotto il naso migliaia e migliaia di euro allora cambierai idea
A mio parere sti migliaia e migliaia di euro,dovrebbero darli a chi veramente dimostra di fare onore alla parola e al termine "dj",a chi ancora si impegna nel mixaggio,nella selezione,nel vedere come reagisce la pista ecc..non ad un branco di coglioni che "suonano" set pre-mixati mentre fan finta di suonare dal vivo..e che vanno a prendersi le consolle dei migliori festival e dei migliori locali,all'80% per merito dei loro "ghost-producers" o dei team di produzione che hanno dietro...
si ma infatti io non dico certo il contrario,ma la realtà è ben diversa.

Rispondi

Torna a “Riflessioni musicali”