Breve guida alla musica Hardcore: origini, stili, influenze

Hunterwolf

Messaggio da Hunterwolf » 24/08/2009, 11:19

DJ D-Tox ha scritto:Boh io nn è ke sia troppo un fan della catalogazione dei generi anke xkè di qsto passo ci sarà un nome diverso per ogni sfumatura di un genere e capite che poi oltre a generare confusione si creano una sacco di generi che magari muoiono come mosche perchè sono venuti fuori con determinati pezzi che poi una volta ke non sono piu' attuali vanno nel dimenticatoio insieme ai nomi degli stili che gli sono stati ricamati addosso...

credo ke sta "new frenchcore" sia un esempio abbastanza lampante (che poi cosè che sarebbe la fusione tra la pizza e la french? ma perchè non la chiamiamo la Frizza o la Prench= :doh: :lol: :) )
al giorno d'oggi nel XXI è sempre più difficile catalogare i generi, molti libri di musica dicono addirittura che dal 2000 i generi musicali non esistono più (questo mi sembra un po' estrema come posizione cmq)
in ogni caso la catalogazione dei generi e dei sottogeneri e delle influenze è utile per aiutare a capire qualcosa a chi si avvicina per la prima volta ad una cultura musicale! guarda il metal, nel metal ci sono sottogeneri ufficialmente riconosciuti nei quali cambia praticamente solo il nome! perchè farlo? a questo sinceramente non so rispondere, però è così! io ho semplicemente cercato di dare una definizione dei sottogeneri migliore di quella che si trova su wikipedia (a mio avviso pessima)
new frenchore è una definizione per parallelismo con la new industrial. non è frenchcore e non è pizza... il concetto è quello! ho fatto questa distinzione perchè molta gente definisce french (o sbagliando allo stesso modo main) tracce come "dance with the wolves" e io ho solo voluto mettere in guardia i nuovi arrivati: non sono nessuna delle 2 cose!



DJ D-Tox

Messaggio da DJ D-Tox » 24/08/2009, 21:57

Hunterwolf ha scritto: non è frenchcore e non è pizza... il concetto è quello! ho fatto questa distinzione perchè molta gente definisce french (o sbagliando allo stesso modo main) tracce come "dance with the wolves" e io ho solo voluto mettere in guardia i nuovi arrivati: non sono nessuna delle 2 cose!
o sono una brutta fusione delle 2 cose: la cassa di radium scavallata come tantissime tracce french con con il solito sinth pizza :lol: :D

si capisco qllo ke stai dicendo pero' almeno a me questa cosa della catalogazione ha creato solo situazioni assurde dove parlando con una persona della stessa cosa cmq nn ci capivamo ahha :D

...E cmq frizza o prench mi piacevano di piu :D ghghhg

attendo entusiasta la fusione fra speedcore e jumpstyle...! (speedcore terzinata coi sinth tabbozzi :sbav: ?) ahah

Futurist

Messaggio da Futurist » 24/08/2009, 22:39

io invece aspetto la happy terror! :lol:

Prototype Hardcore

Messaggio da Prototype Hardcore » 24/08/2009, 23:22

e la happy dark dove la mettiamo? oppure la UK frenchcore? ahahahaha :lol:

Hunterwolf

Messaggio da Hunterwolf » 24/08/2009, 23:43

ragazzi la happy dark la prenderei in considerazione ahuuahhuahau secondo me spacca :lol: :blah: :pray:
cassone distorto e lento colle vocine pitchate sopra huauhauha
anche la jumpdustrial cmq ha il suo perchè

Futurist

Messaggio da Futurist » 25/08/2009, 0:00

Ma my brain is sick (happy mix) di destroyer si puo' considerare un caso di happy terror? :uhm: :mrgreen:

Hunterwolf

Messaggio da Hunterwolf » 25/08/2009, 0:02

ahha oddio è vero.. lui ne ha fatte di quelle cose (am)malate con le vocine! ma manca la componente melodica e festaiola :lol:


DJ D-Tox

Messaggio da DJ D-Tox » 27/08/2009, 15:16

minkia la happy dark ahahaha demenziale pero' anke depressa, colle vocine stupide dei cartoni ke pero' ti fanno anche cagare addosso :lol:

cmq la Speedjump ankora nn la batte nessuno ahaah

GaBbErOdDo

Messaggio da GaBbErOdDo » 08/09/2009, 19:00

:arrowu: anche io quoto la speedjump...tipo che tutti ballano la jump a un ritmo esorbitante e crollano tutte le discoteche...hahaha :lol:

reflecti

Messaggio da reflecti » 22/09/2009, 13:05

nn avevo un cavolo da fare oggi cosi mi son messo 5 min a definire come sono x me i sottogeneri hardcore degni di tale nome, magari si puo integrare / correggere con quello preesistente

reflecti

Messaggio da reflecti » 22/09/2009, 13:07

HARDCORE lo stile principale ed anche il più famoso e seguito. La Hardcore nasce nei primissimi anni '90 in olanda come estremizzazione della techno / oldschool dove è una musica molto di presa e i suoni usati sono molto "preset", derivati da macchine Roland 909 o juno, con cui vengono creati i suoni contraddistindivi della hardcore: cassa e synth. Fiorente in questi primi anni anche la scena tedesca con PCP su tutti. A metà anni '90 subisce la moda happy, e molte produzioni sono influenzate dalla happy restando comunque mediamente veloci ( 140 / 170 bpm ), ma pur sempre in contrapposizione con lo stile gabber, piu cattivo e veloce, in cui i puristi hardcore di quegli anni si riconoscono. In questi anni la hardcore si diffonde in tutta europa creando una moltitudine di scene diverse. Parallelamente, col naturale evolversi del genere, nella metà degli anni 90 nascono altri sottostili, defunti di lì a pochi anni, come la Trancecore della etichetta Cenobite, caratterizzata appunto da melodie tendenti alla trance, o la Artcore di casa Ruffneck, dotata di grande velocità, synths Juno, melodie sincopate e breaks predominanti. Durante la seconda metà del '97, finito definitivamente il periodo happy che in olanda aveva portato tanto seguito e tanta moda, il fenomeno si sgonfia e si assiste a quello che viene etichettato come il periodo piu di magra per la hardcore; lo stile diventa piu lento, spariscono i suoni in levare ed i breaks; ci sono sempre meno party e molti produttori cominciano a rivolgere lo sguardo verso altri generi, considerando oramai la hardcore un genere finito o comunque in rapido calo (molti si daranno, con successo o meno, alla neonata hardstyle). Con il ricambio generazionale, di inizio millennio, lo stile lento e ibrido che la aveva fatta da padrone nel 98 e nel 99 si affina, prendendo le caratteristiche della hardcore tipica del periodo 2000-2004: cassa potente e cadenzata, distorta e gonfia, bpm intorno ai 170, melodie semplici e di facile presa, uso frequente di vocal hip hop effettati e la stesura tipica che rimarrà anche nella hardcore odierna: parte iniziale, pausa di effetto ricca di pathos, parte melodica, parte finale per il mix. La hardcore vede una nuova giovinezza in questo periodo, con moltissimo seguito in olanda, germania, svizzera, italia, austria e belgio. Da qui in poi i producers si rinnovano sempre più, affinando i suoni e preparando dal 2005 quello che sarà lo stile che perdura ancora oggi con le sue nuove caratteristiche: suoni estremamente ricercati e lavorati, trick di cassa, distorsioni, intermezzi curatissimi, vocals e melodie estremamente curate e di presa, uso di pads, leads e synths, e casse più distorte e secche che quelle dei periodi precedenti. Molti usano chiamare "early" le tracce hardcore degli anni novanta, e "mainstyle" la hardcore odierna, ma queste sono distinzioni aleatorie, in quanto sia che si parli di musica del 1992 che di musica del 2009, è sempre tutta Hardcore con, giustamente, le influenze che derivano dal luogo, dalle tendenze e dalle tecnologie del momento. P.A.: Art Of Fighters, Neophyte, Nosferatu, Endymion, Tha Playah, Tommyknocker, Evil Activities P.L.: Traxtorm, Neophyte, Enzyme, Forze, Terror Traxx, Rotterdam, H2oh
DOOMCORE stile lento e cupo, derivante dalle sperimentazioni dark/techno di casa PCP degli anni '90, suonato poi principalemnte in francia ed inghilterra. A cavallo tra i 120 e i 170 bpm, cassa techno leggermente distorta, atmosfere ripetitive, cupe e dark e synth molto '90s sono le principali caratteristiche. A volte viene suonata ad inizio di un set dark o industriale, ma comunque è un genere estremamente marginale, quasi del tutto scomparso a parte qualche label. P.A.: Hibou, Cold Future Collective, Fifth Era, Joshua P.L.: Fifth Era, Hellfire, Phuture Rave, Last Tomorrow Recordings
DARKCORE stile lento e pesante, sviluppatosi in olanda dalla hardcore intorno al 2002, dotato di casse e suoni distorti, alterna pezzi in 4/4 a ritmi in altri tempi ed a tricks di cassa, e atmosfere dark cupe e oppressive, e di samples di film horror; le melodie sono atmosferiche o composte da suoni meccanici e distorti. La velocità varia dai 140 bpm ai 190 bpm. Molto presente in olanda. P.A.: The Outside Agency, Ophidian, Moleculez, Mental Wreckage P.L.: Genosha, Enzyme X, Symp.Tom, Blodsheed Ultd.
NEW INDUSTRIAL corrente recente nata negli ultimi anni che spazia da una schranz estremizzata a un industriale lenta e dritta. Esasperate distorsioni che predominano in tutta la canzone, rumori graffianti e industriali e casse pesantissime sono le principali caratteristiche. La velocità spazia tra i 140 e i 190 bpm P.A.: N-vitral, Sandy Warez, Tieum, Unexist, Broken Rules P.L.: Altern-hate, TTM, DT6, Signal Flow, Industrial Strenght
UK INDUSTRIAL genere prettamente made in UK sviluppatosi a metà anni 90 introducendo breaks e scratch nell'hardcore, è un genere potente e molto articolato, con velocità che variano dai 180 bpm fino ad arrivare ai 250 bpm. Cassa dura ed elevatissimo uso di breaks, tricks di cassa e stop and go, molti suoni atmosferici, intro e pause curatissime, dark e molto lunghe. Spesso viene suonato alternando questo genere a canzoni a volte darkcore, più spesso breakcore, cui diversi artisti uk industrial si dedicano. P.A.: Hellfish, Dj Producer, Teknoist, Dolphin, Brian Fury P.L.: Deatchant, Pacemaker, White Donkey, Audio Damage
INDUSTRIAL l'hardcore industriale nasce a metà degli anni novanta dove trova diffusione all'inizio nella scena francese e tedesca, dove i dischi industriali sono pieni di sperimentazioni ed effetti "sporchi", discostandosi subito così dalla scena hardcore principale, e diventando una corrente underground. La velocità varia dalle sperimentazioni più lente ( 150 bpm ) a quelle più veloci ( 250 bpm ). La cassa è abbastanza gonfia e pesante, ma è la velocità spesso elevata insieme ai suoni distorti di sottofondo a conferire al tutto un effetto di pesantezza e di "meccanicità". Al giorno d'oggi è quasi totalmente estinto. P.A.: Laurent Ho / Ingler, Radium, Fast Forward, Fist Of Fury, Angel Flo, Autoclave, Speedfreak, Koney P.L.: Shockwave, Epiteth, Napalm, BEAST, KS,
FRENCHCORE stile nato a cavallo del nuovo millennio, riprende il sound hardcore elevandolo di bpm ( 180 / 240 ) e rendendolo più dancefloor, nonostante la quasi totale scomparsa delle melodie e dotandolo di una caratteristica cassa, che diventa contraddistintiva dell'intero genere ed elemento predominante nelle tracce insieme ai classici e ripetuti stop and go e trick di cassa. Stile all' inizio esclusivamente francese, si espande in seguito in tutta europa, specie in italia, arrivando ad una notevole popolarità nel 2006 abbandonando la nicchia underground in cui veniva suonato fino a quel momento. P.A.: Radium, Speedfreak, Cardiak, Sickest Squad P.L.: Neurotoxic, Psychik Genocide, Arena
GABBER genere violento e veloce che si discosta dalla hardcore classica già da metà degli anni '90, rappresentandone la parte più dura e veloce, in contrapposizione alla "odiata" happy che spopolava in quel periodo. La musica, sui 220/270 bpm, si evolse di pari passo con la hardcore, (dove al nome gabber si cominciava già ad affiancare quello di industrial e terror) con caratteristiche del tutto proprie: casse distorte e pesanti, clap, hat e crash distorti ed accentuati a creare un effetto generico di "scarsa qualità", uso di breaks e scratch spesso cmpionati. P.A.: The Destroyer, D.O.A., Nasenbluten, Drokz, Xylocaine, Liza'n'Eliaz P.L.: Industrial Strenght, Cunt, Bloody Fist
TERROR genere pesantissimo con velocità tra i 250 e i 400 bpm, radicanto in germania e olanda dove trova diffusione di pari passo con la speedcore, è caraterizzato da pause dark con vocal oscuri ed effettati, casse pesantissime e campionamenti da film o canzoni di altri generi. P.A.: Drokz, Akira, Qualkommando, Paranoizer P.L.: Cunt, Coffeecore, This Is terror, Fischkopf Hamburg
SPEEDCORE nasce intorno al 2000 in germania, dove prende molto piede dando vita ad un fiorire di feste e produzioni, fatte principalmente con i vecchi trackers. Velocità estreme dai 400 bpm a 15.000, caratterizzano questo genere imballabile ma estremamente potente. Canzoni semplici e "dritte", dove il kick diventa un muro sonoro impenetrabile, arricchite di screaming, vocals e samples da film o canzoni da altri generi musicali, specie metal ( sono infatti diffusissimi guitar riffs e growls ) e distorsioni rappresentano la maggioranza delle produzioni. Alla speedcore viene spesso attribuito un sottogenere: la Extratone. Questo sottostile ha una quantità di bpm superiore alla speedcore, è naturalmente imballabile ed è pura sperimentazione; anche il solo ascolto è da suggerire ad un orecchio esperto, in quanto il suono è come fuso insieme, risultando una rullata che è piu noise che altro. P.A.: USN, Gabba front Berlin, Frazzbass, Komprex, Rotello, The Bezerker, Hassfront P.L.: Mascha, Sonic Pollution, Speedcore, Masters Of Speedcore, USN. ( diffusissime produzioni su net-labels o mp3 autoprodotti )

Hunterwolf

Messaggio da Hunterwolf » 12/10/2009, 10:51

gran bel lavoro! appena riesco a modificare il topic inserisco le nuove informazioni!! attualmente ho dei problemi :/
grazie per la collaborazione :D complimenti per la voglia ihih

reflecti

Messaggio da reflecti » 12/10/2009, 13:16

:arrowu:

ultimamente a lavoro nn ho un cazz da fare :lol:

side-x

Messaggio da side-x » 04/11/2009, 15:56

:clap: :clap:
utile!
io però apporterei qualche modifica sulle spiegazioni di oldschool,oldstyle,classics,early

__Cloz

Messaggio da __Cloz » 07/11/2009, 17:09

Fabietto ha scritto::clap: :clap:
utile!
io però apporterei qualche modifica sulle spiegazioni di oldschool,oldstyle,classics,early
Quoto Fabietto

Gran bel lavoro complimenti a chi ha scritto il post !

Xo volevo aggiungere la mia opinione in generale ...

Secondo me la Hardcore nasce in germania con acardipane .. dato che la prima la prima produzione definita hardcore è Mescalinum United - We Have Arrived .. 1989 mi prenderò un sacco di offese x qll che ho scritto di sicuro ... poi diciamo che la hardcore non è uno stile musicale ma è un genere musicale che comprende altri sotto generi :D x essere precisi alcune produzioni speedcore partono gia dal 1994 e lo motivo:

http://www.discogs.com/Delta-9-Deep-13/master/5194

http://www.discogs.com/Temper-Tantrum-U ... ease/48601

& altre tracce tipo Thousand di Moby che sono del 1992 raggiungono Bpm elevati :D
infatti compare anke in un Cd Speedcore

A grandi linee io le classifikerei così oldschool 1989 - 1992 earlyrave 1993 - 1999 nustyle dal 2000 in poi .... :D e nella lista dei produttori Gabber ci aggiungerei anke Walter One che è stato uno dei maggiori esponenti

Bella x tutti :D
Ultima modifica di __Cloz il 07/11/2009, 17:21, modificato 1 volta in totale.

unknown

Messaggio da unknown » 07/11/2009, 17:18

schranz sottogentere dell'hardcore ? uahahahah sj rush hardcore ! uahahah. sull'hardstyle penso che l'early discenda dalla techno. Magari la nu è tendente all'hardcore.

__Cloz

Messaggio da __Cloz » 07/11/2009, 17:25

unknown ha scritto:schranz sottogentere dell'hardcore ? uahahahah sj rush hardcore ! uahahah. sull'hardstyle penso che l'early discenda dalla techno. Magari la nu è tendente all'hardcore.
anche a me molte cose non tornano se devo dire il vero .. rispetto x il lavoro che c'è stato dietro cmq :D

unknown

Messaggio da unknown » 07/11/2009, 17:48

tra l'altro la definizione è molto simile a quella di wikipedia.

[LavenA HakkE]

Messaggio da [LavenA HakkE] » 07/11/2009, 20:03

1989 - 1993 e anche qualcosina del 1994 Oldschool

1994/1995 - 1998/1999 Early

Avatar utente
numberinn
Admin
Messaggi: 1994
Iscritto il: 22/04/2009, 13:16
Next party: Mah, boh, chissà...
Località: Brescia
Contatta:

Messaggio da numberinn » 07/11/2009, 21:04

guida aggiornata ;)

side-x

Messaggio da side-x » 09/11/2009, 8:45

ho cmq notato anche negli artisti/produttotri sono stati in genere inseriti...quelli quotati degli ultimi anni in maggioranza..
e anche su classics darei una sistemata...

D33D 86

Messaggio da D33D 86 » 23/11/2009, 0:52

Secondo me ci sono alcuni errori nella guida, spesso io mi sono trovato in conflitto con le persone che sostenevano informazioni diverse dalle mie. es. l' hardcore nn nasce nei paesi dell' Olanda meridionale si sviluppo e basta il genere predominante. la I traccia hardcore fu incisa nel 1989 da Marc Trauner sotto nome d'arte di Mescalinum United la traccia si chiama We Have Arrived usita nel mercato nel 1990 nel disco Reflections Of 2017 su etichetta Planet Core Productions PCP + tardi la traccia si classifico come doomcore che sulla guida vine chiamato gloom? l' hardcore é sempre in continua evoluzione per influenze e combinazioni con altri generi é così che nascono nuovi generi e sottogeneri es L' artcore che si definisce la combinazione di hardcore-Holland e Breakbeat dotata di un KIckdrum costante. secondo me la mamma dell' hardcore e la vecchia Newbeat nata in belgio ideata EBM (Electronic Body Music) nel 1987 che per qualche motivo svani sensa avvertire nel 1990. Quello che nn capisco è classificare gabber un genere la gabber è soltanto l' isieme di tracce dedicate a questo stile e che danno e hanno dato spunto a i dj che li sostengono incidendo e pubblicando dischi dedicati a loro es poing dei Rotterdam Termination Source. Riguardo l' oldstyle io la classifico come early secondo me dare troppe classificazioni e sbagliato per il fatto di creare confusione e in dei casi liti. Su la nuova industrial e frenchcore non ne so molto ma mi sa di bufala secondo me l'industrial è quel genere che si sviluppo in francia al incirca nel 93 grazie ad alcuni dj locali: Laurent Hô e Manu Le Malin. mentre a francoforte Marc Trauner alias Marc Acardipane già ideatore della Doomcore e terrorcore, la frenchcore in vece nasce in francia poco dopo l'industrial un album di particolare importanza del genere è Neurophonie dei micropoint (Daniel Técoult e Denis Cohen-Scali)secondo me l' industrial è solo industrial e la frenchcore lo stesso. Manca invece la Jcore L' hardcore giapponese , Uk hardcore che sviluppo l' happycore e la breakcore . meno male qualcuno I di me a risposto corretamente su questo argomento e spero i nuove versioni più dettagliate sull' argomento.

side-x

Messaggio da side-x » 23/11/2009, 8:59

condivido con te alcuni pensieri...altri meno...ti appoggio sulla cosa dell early/oldstyle e sul fatto che french e industrial sian 2 cose completamente diverse..non sulla cosa della gabber...

reflecti

Messaggio da reflecti » 23/11/2009, 11:15

quello che ho scritto io poco piu su non se lo son cagato manco di striscio? :lol:

D33D 86

Messaggio da D33D 86 » 23/11/2009, 18:15

Hai ragione. Secondo me e colpa di internet che spesso informa correttamente in dei casi no io non credo molto in quel mondo ma in un' altro che mi è stato tramandato molto prima che interagissi con il computer. mi da fastidio vedere e sentire gente che come un pappagallo ripete quello che è scritto su wikipedia e afferma che l' hardcore nn è per tutti solo per i Gabber non é così in Olanda forse ora con la moda e internet si. In europa in realtà ogni paese che a fatto il suo genere a creato altri stili e secondo me puoì anche nn appartenergli. brutta brutta faccenda.

Lord

Messaggio da Lord » 12/02/2010, 23:14

beh non ci vogliono tutte 'ste guide...basta avere un minimo di conoscenza di hardcore e di orecchio per capire che ad esempio l'industrial è un mondo e la frenchcore un altro...

side-x

Messaggio da side-x » 14/02/2010, 11:49

xo spesso escono certi pastoni pure alle serate..

x-fly

Messaggio da x-fly » 09/04/2010, 14:43

io la vedo cosi:

1989 - 1991 techno
1992 - 1993 hardcore
1993 - 1994 gabber
1995 - 1996 happycore
1997 - 1999 artcore
2000 - 2010 mainstyle

praticamente negli ultimi 10 anni non ce' stata nessuna evoluzione :uhm:

gbrdade

Messaggio da gbrdade » 10/04/2010, 13:48

ma non ha senso quello che hai scritto :roll:

Rispondi

Torna a “Generi e stili”