Groovebox e Drum machine: una bella sfida

Info, commenti e assistenza su attrezzature hardware e software per produttori
Rispondi
El Chengio

Messaggio da El Chengio » 20/01/2011, 3:28

Salve, avrei una discussione da sollevare. Più che altro un confronto per chi possiede queste macchine e magari chi le ha già confrontate.
Sul ring ci sono le blasonate Roland MC TR e SP series, Yhamaha RS series, Octatrack Elektron, Akai MPC series, Jomox XBase series e le acclamate sorelline Korg Electribe.
So benissimo che l'argomento è molto piu ampio per essere discusso in un forum, ma la mia intenzione è fare un quadro generale senza entrare troppo nel dettaglio.

L'uso diciamo elettronica in generale (techno, hardcore, hardtek, goa, d&b, ambient, ecc..); quali secondo voi sono le piu adatte ad iniziare la produzione in studio e (e sottolineo "e") live performance in base anche al prezzo e alla facilità di utilizzo?
Da considerare ci sono svariati fattori: Campionatore, Synth, Sequencer, MIDI Controller..

Inizierei col parlare di quelle piu "economiche" come le electribe che secondo me hanno il pregio di essere molto intuitive e con un bel suono valvolare.. la pecca è che per avere una bella cosa è necessario averle tutte e 2 perchè la blu ha la parte del synth per creare suoni al momento, mentre la rossa permette di importarli e campionarli da fonti esterne.
Molti ne parlano come fossero giocattoli, e volevo sapere il perchè: ho visto suonare e venivano fuori dei bei lavori.. piu o meno credo sia come un pianoforte, i tasti son quelli, bisogna saperli "spingere"..
Quali limitazioni hanno? Quali strumenti coprirebbero le funzioni delle korg?
E non so, forse con la spesa di tutte e 2 si riesce a trovare qualcosa, magari forse un po piu complicato, ma con tutto all'interno e forse qualcosa di più..
Non conoscendo bene la serie, chiedo venia e aspetto che qualcuno intervenga dicendo i propri pareri ed esperienze, volevo parlare della roland MC 808 che a mio parere è un attrezzino serio con cui provare a cimentarsi in qualche performance live e in studio.
La differenza sostanziale secondo me sta nell'uso che se ne vuol fare, credo ad esempio che per i live siano piu facili le Korg, ma sarebbe bello sapere una via di mezzo anche per produrre tracce piu complesse.

Questa discussione non nasce solo per scegliere cosa eventualmente comprare, ma per un confronto tra i prodotti, per sapere se davvero rispecchiano le proprie esigenze e capire se è lo strumento che A LUNGO sarà nostro fedele compagno; per non ritrovarci un'apparecchio senza sapere cosa farne!



X-MIND

Messaggio da X-MIND » 20/01/2011, 18:16

per me non vale piu la pena comprare groove box. i live risultano piatti e monotoni e limitati da molte cose.
in studio puo' gia avere un uso piu interessante.

El Chengio

Messaggio da El Chengio » 20/01/2011, 21:53

meglio un controller midi? non so ma credo che si riesca a strutturare meglio una traccia avendo una sequencer che fa la parte "meccanica", e magari se è possibile interfacciarsi con suoni presenti nel pc le possibilità sono pressochè infinite credo

X-MIND

Messaggio da X-MIND » 20/01/2011, 22:31

esatto senza contare che puoi lanciare pezzi precostruiti in studio tra le parti live come vari intro, pause ecc
con le drum muchine questo é impossibile.

El Chengio

Messaggio da El Chengio » 22/01/2011, 3:16

son d'accordo. per un risultato migliore è preferibile la pre-costruzione ma in questo modo si perde un pò il gusto vero del live, ovvero il realizzato al momento..
poi dipende molto dal genere; per fare hardcore è necessario un controllo midi per il ricco contenuto di synth, groove, vocal, arpeggiamenti vari, ma per musica piu "semplice" ( si fa per dire) è pensabile suonare tutto con una drum,magari accoppiata a un'effettiera, e al limite banchi di sample a portata di mano..
tornando al discorso hardware volevo soffermarmi sulla produzione in studio, quando e quale strumento può realmente far comodo per creare o strutturare la traccia..
una rs 7000 può andare giusto? non si capisce bene i reali limiti delle roland MC, è piu una questione personale mentre si dovrebbe sapere cosa fa e cosa non riesce a fare un determinato strumento; o eventualmente bug e limitazioni.. cosa che nelle specifiche tecniche non si trova!

Hunterwolf

Messaggio da Hunterwolf » 28/01/2011, 12:21

quoto il raffa.. fare un live solo con la drum machine è limitante date le pretese di oggi.. era comprensibile una decina di anni fa quando più che due filtri qua e la di effetti non ne usavi..
invece in studio è tutto un altro discorso.. per le mie produzioni french uso moltissimo una electribe mx.. ovviamente poi tutti i suoni li processo con effetti etc. direttamente dal sequencer, però non è da sottovalutare.. per questa in particolare l'ho usata per la cassa, percussioni, e la pausa intorno al secondo minuto..

per sonorità abbastanza "grezze" e dal sapore un po "old" potresti prenderla in considerazione ;)
la cosa che ti frega è ke per ottenere una cassa tipo questa con un'mx usi praticamente tutti i 3 effetti a disposizione (puoi usare fino a 3 effetti contemporaneamente) quindi poi non ne hai altri a disposizione per tutto il resto..
quindi se sei in studio va bene, ma x un live capisci che è tremendamente limitante!

Grigio

Messaggio da Grigio » 28/01/2011, 13:05

io avevo una emx era figa mi ci divertivo molto solo ke ora passando al pc skopri tt un'altro mondo e kose ke kon una groovebox nn potrai fare mai

El Chengio

Messaggio da El Chengio » 28/01/2011, 16:51

esatto l'mx da sola credo sia molto limitata anche se divertente. anche se si hanno a disposizione l'accoppiata rossa e blu forse non basta per un live...
penso non sia male configurare un live con la combinazione RS7k, Akai mpd32 (controller midi) e pc configurando l'akai come controller ableton agghindato da vari plug in.
con ableton è necessario preparare tutto prima (almeno ho imparato così) e modificare pattern al volo lo trovo scomodo, ma forse è perche non sono pratico..
cosa che riesco bene con le "macchinette"!

El Chengio

Messaggio da El Chengio » 28/01/2011, 16:56

bella produzione! :D

lu brunu

Messaggio da lu brunu » 15/03/2011, 21:34

io posseggo una esx 1 ed una emx 1in piu una launchpad novation con ableton e par la mia musica minimal son una bomba!io la roland non lo mai provata ma le due electribe insieme hanno del malvagio!la mx1 ha piu sinth e suoni duri e sx1 è un po piu morbida ma ci puoi caricare alcuni wave tramite carta di memoria per tutto il resto c è ableton magari se i sinth li vuoi fare dal vivo colleghi una tastiera altrimenti li fai via midi li esporti e li usi in diretta ovviamente per collegare le tre cose un cavo midi usb a doppia uscitae ti assicuro che un un mese non ti basta per capire i tre manuali!

El Chengio

Messaggio da El Chengio » 25/03/2011, 0:42

la mia configurazione attuale prevede l'uso di ableton tramite akai 32 e akai mini(tastierino). per quello che vedo è gia seria come configurazione, ma trovo difficile la parte sinth oltre a tutti i problemi di latenza e sovraccarico bus midi avendo attaccato una scheda esterna.. sempre midi! è successo una volta che mi si piantasse e se non avevo un disco al volo da sparare sarebbe stata una gran brutta cosa.
voglio evitare di sovraccaricare piu di tanto sto midi, non mi convince piu tanto! se ti capita a una serata importante capite benissimo che non fa.. e le macchinette non si piantano...

Rispondi

Torna a “Attrezzatura producer”