Sky Running

Info e commenti sullo sport
Rispondi
Ale

Messaggio da Ale » 24/04/2010, 0:25

SKYRUNNING, OVVERO LA CORSA IN ALTA QUOTA
La corsa in alta quota, o skyrunning, è sicuramente uno degli sport più affascinanti e duri: la naturale fatica della corsa di lunga durata, a livello anche di maratona, si somma con la quota, con i forti dislivelli, con le avverse condizioni climatiche, con i pericoli tipici della montagna, in un "mix" che mette a dura prova il fisico e la psiche degli atleti, anche i più preparati.
Un po' di storia

L'origine dello skyrunning può dirsi antichissima: lo stesso "uomo di Similaun", ritrovato su un ghiacciaio dopo 5.000 anni, con il suo mantello in paglia e pelle di capra e le sue scarpe imbottite di fieno, può essere considerato uno dei primi skyrunners del mondo. Molto tempo dopo risulta documentata, nel 1519, l'impresa di un soldato spagnolo, che salì la vetta più alta mai raggiunta in quei tempi: la punta del vulcano Popocateptl, in Messico, a 5.441 metri di quota. In tempi più recenti, nel 1864, Federick Morshead stabilì un record per l'epoca clamoroso: 16 ore e mezza per percorrere il tragitto da Chamonix al Monte Bianco e ritorno.
La prima gara ufficiale ad alta quota, sul filo dei 4.000 metri, si svolse nel 1933, ma non a piedi, bensì con gli sci: il famoso Trofeo Mezzalama di scialpinismo. Dal 1992 ad oggi si stima che più di 10.000 atleti abbiano corso una gara oltre i 4.000 metri di altitudine, mentre il calendario della federazione italiana conta attualmente più di 50 gare e 22 record mondiali oltre i 4.000 metri. Da segnalare che gli italiani sono tra i più bravi e numerosi skyrunners del mondo: i record sul Cervino, sul Monte Kenya, sull'Aconcagua in Argentina e Shisha Pangma in Tibet parlano italiano.

Uno sguardo alle gare
Le gare di skyrunning sono divise in varie discipline:
la SkyMarathon, che sulla distanza della maratona classica raggiunge i 4.000 metri di quota;
la SkyRace, che può essere più lunga o più corta di una maratona classica, ma che raggiunge i 3.000 metri;
il Vertical Kilometer che, come dice il nome stesso, ha un dislivello di 1.000 metri a un'altitudine che varia di gara in gara; la distanza, diversa a seconda del tipo di terreno, varia in genere dai 3 ai 5 chilometri. Questa è forse la disciplina più semplice e abbordabile, che permette a molti di farsi una prima idea su cosa sia lo skyrunning.
Il primo Campionato mondiale di skyrunning si è tenuto nel 1998 a Cervinia, con la partecipazione di atleti di 16 nazioni. Ancora ai piedi del Cervino si sono svolte, nel 2000, le prime "Olimpiadi d'alta quota", gli SkyGames®, in cui atleti di 18 nazioni si sono confrontati in cinque diverse discipline: lo SkyBike, il Vertical Kilometer, lo SkySki, la SkyRace (da Zermatt in Svizzera a Cervinia) e la SkyMarathon.

In corsa sugli sci

Ma in montagna non si corre solo a piedi, ma anche con gli sci, ovviamente in salita, in una sorta di esaltazione dello scialpinismo. La manifestazione più famosa è probabilmente il già citato Trofeo Mezzalama, che si snoda lungo i grandiosi ghiacciai del Monte Rosa: un percorso scialpinistico lungo 57 chilometri, spesso oltre i 4.000 metri di quota. Da sottolineare che l'edizione 2001 ha visto la partecipazione di oltre 500 atleti.

Cenni di fisiologia

Si può affermare che gli skyrunners sono gli atleti più studiati del mondo. Tra i principali risultati di queste ricerche, esposti in un convegno svoltosi nel febbraio 2000 in Valle d'Aosta, possiamo citare:
la velocità media rispetto al livello del mare si riduce al 72 per cento a 4.200 metri e al 62 per cento a 5.200 metri;
il record di velocità in salita nel Vertical Kilometer è di 1.657 m/h;
il record di velocità in discesa nella SkyMarathon è di 3.410 m/h;
il record di velocità in salita nella SkyMarathon è di 1.248 m/h;
sugli atleti esaminati non sono stati registrati casi acuti di mal di montagna;
prima dell'avvento dello skyrunning si credeva che l'allenamento a tali altitudini fosse impossibile;
30.000 metri al mese di dislivello in salita costituiscono l'allenamento dei migliori skyrunners;
teoricamente è possibile correre fino a 7.000 metri di quota.

un pò di sky race me le son già fatte :dance: il trofeo mezzalama anche se con gli sci resta un obbiettivo :sbav: come la orobie skyraid purtroppo son gare a squadre,sfido a trovare altri 2 pazzi :lol:



des

Messaggio da des » 24/04/2010, 18:09

sky race bau bau micio micio le tue ...mica le Alpi Apuane :-°

Ale

Messaggio da Ale » 24/04/2010, 19:24

le alpi apuane sky race è una gara da pazzoidi :D non per niente nel 2008 se ben ricordi c'è scappato il morto :s per essere montagne relativamente basse restano aspre e impegnative lo stesso..sia d'inverno che d'estate...

Rispondi

Torna a “Sport”