Stampanti 3D

Info e commenti per tutto quello che riguarda la tecnologia, l'elettronica e la telefonia
Rispondi
Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 01/09/2012, 15:25

http://it.wikipedia.org/wiki/Stampa_3D

Molto interessante, e l'ho inserito soprattutto per la parte RepRap in quanto quelle comuni professionali già esistono da molto e sono già molto conosciute in ambito lavorativo! Leggete, potrebbe piano a piano rivoluzionare l'intera industria moderna, e magari essere il primo passo di autosufficienza di produzione già espletata da Jacque Fresco con il Venus Project! (che vi invito ad approfondire)



yabbo

Messaggio da yabbo » 03/09/2012, 16:38

potrebbero cambiare il mondo in meglio, per esempio "stampanti" per l edilizia permetterebbero di costruire una casa/edificio in poche ore/giorni...

Vitto

Messaggio da Vitto » 03/09/2012, 16:52

io a lavoro già ho avuto a che fare con queste cose, le abbiamo usate per fare prototipazioni rapide di nuovi prodotti in fase di progettazione. Con un programma di disegno 3D (ad esempio solidworks) salviamo il file in formato .stl lo inviamo alla ditta che ci fa la prototipazione rapida e in pochissimo tempo ti creano un solido con polveri sinterizzate, perfettamente identico a quello fatto col pc.

Per adesso è una tecnologia ancora troppo costosa, e ti garantisce di creare solamente prototipi o modellini, per cose che riguardano la meccanica, idraulica, elettronica, edilizia ecc, ovvero tutte quelle applicazioni che richiedono caratteristiche fisiche e dimensionali molto precise non vanno assolutamente bene

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 03/09/2012, 17:13

Non direi vitto, guarda che perfino quella stampante amatoriale RepRap descritta nel link, ha una precisione al milionesimo. Super precisa oserei dire, per non parlare di quelle ad uso industriale che son costosissime e molto più avanzate. Ma già con quella amatoriale ti puoi costruire cose in polietilene o plastica a strati da solo, ci son degli esempi sul web stupendi, e oltretutto è dotata della funzione di autoproduzione di se stessa, ovvero gli puoi far produrre a se stessa i pezzi con i quali è composta eliminando così la necessità di ricomprarla. C'è solo bisogno di ulteriore sviluppo per farle ricevere in pasto cose più complesse e funzionare con anche altri materiali, ma penso che in un decennio ce la facciano a fargli fare le stesse cose di una industriale a costi nettamente abbattuti.

Vitto

Messaggio da Vitto » 04/09/2012, 7:55

ma chi l'ha detto che ha una precisione al milionesimo? (milionesimo di cosa poi?)

essendo una lavorazione che aggiunge materiale a strati non ha neanche una precisione al centesimo di millimetro, e soprattutto siccome utilizzano polveri sinterizzare la rugosità superficiale rimane alta, quindi per accoppiamenti meccanici che richiedono una rugosità molto bassa (ad es. alberi, pistoni e cilindri ecc...) non vanno assolutamente bene. Non garantisce assolutamente le propietà fisiche richieste in meccanica o nell edilizia tipo: resistenza a trazione, durezza, resistenza a pressione e al calore ecc
In più si possono fare cose solamente di piccole/medie dimensioni e anche nell'elettronica vanno bene per fare i circuiti stampati, ma non i componenti più sofisticati...

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 04/09/2012, 9:09

http://lospiritodeltempo.wordpress.com/ ... illimetro/ direi altrochè centesimo di mm

ma più genericamente http://lospiritodeltempo.wordpress.com/tag/3d/ vedi tu stesso, case, alimenti, strutture biomeccaniche, protesi, prodotti elettronici, macchinari, sono tutte cose in fase di studio e implementazione, e non siamo distanti anniluce.

Comunque quelle low cost non usano polveri, usano una resina particolare a caldo che viene fissata a laser.

Vitto

Messaggio da Vitto » 04/09/2012, 10:01

avranno sicuramente sviluppato alcune macchine con quelle caratteristiche, ma per il momento sul mercato sono diffuse solo quelle che lavorano con resine acetaliche e polveri sinterizzate per la prototipazione rapida, per il resto probabilmente sono ancora troppo costose per utilizzarle in applicazioni industriali...

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 04/09/2012, 11:05

Si quello sicuro per adesso. Ma, restando nel discorso di riflessione generale del topic, ci sono già progetti opensource in fase di progettazione (e se vai su piratesbay c'è una sezione dedicata al download di soli progetti per stampanti 3D), ti dirò, con questi progressi tecnologici che abbiamo giorno dopo giorno non penso mancherà tanto a fare passi da gigante con costi molto abbattuti... il Galileo è un progetto di printer 3D tutto italiano a riguardo che sta avanzando parecchio bene, ma se apri i link wiki ci son tanti progetti diversi da tutto il mondo in forte stadio di avanzamento, e con qualche migliaio di euro te la porti a casa... il bello è che son talmente basilari di struttura certe stampanti che le si può adattare al futuro con le migliorie che usciranno senza doverle cambiare, perchè sono smontabili e montabili facilmente. Io son curioso veramente, sarà una grande cosa che si farà avanti negli anni, ma più che altro mi preoccupa la disoccupazione che si verrà a creare nelle industrie. Ora parlo per utopia, ma vorrà dire che un pò tutti si metteranno a fare gli artigiani e successivamente quando in ogni casa ognuno potrà crearsi un pò tutto forse si raggiungerà l'autosufficienza individuale, e questo fottuto sistema cesserà di esistere. Ma forse tanto utopico non è, a meno che il mondo non voglia giungere al collasso totale. Secondo me forse saremo ancora vivi per vedere queste cose, mi piace sognare così ;) perchè veramente, non c'è più un avanzamento tecnologico graduale come negli anni 80 e 90, dal 2000 ogni anno si dimezzano o forse più gli stadi di avanzamento industriale e informatico, è assurdo!

Vitto

Messaggio da Vitto » 04/09/2012, 13:07

bah per i posti di lavoro non la vedo cosi male... come una volta c'erano tante zappe adesso c'è un solo trattore, ma la gente si è spostata a lavorare dai campi alle industrie, poi sono arrivati i robot e le fabbriche completamente automatizzate e si pensava che portassero via lavorro ad un sacco di persone, ma in realtà a parte la crisi attuale non c'è questo pericolo.

Per l'autosufficenza, mi sembra molto utopia :lol: , anche perchè se si ha la possibilità di creare tutto cio che si vuole, non si hanno le competenze per creare cose di ogni genere

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 04/09/2012, 14:37

Si ovvio, sicuramente, difatti ho scritto che ero su un discorso filo-utopico, ma d'altronde chi pensava 100 anni fa di avere tecnologie come oggi? ;) chi vivrà vedrà, ma se ci pensi non si parla di fantascienza, più che altro è l'avidità di potere umana che potrebbe impedire tutto. Io so solo che di questo passo con i decenni rimarranno solo i soldi da mangiare, e per ora non li han creati commestibili :lol: per questo ho citato nel messaggio iniziale del topic il Venus Project di cui ora ne ho approfittato e aperto un topic!
Stiamo procedendo troppo a ritmi serrati con una visione del mondo antiquata rispetto a quello che ci serve veramente, e se l'overflow del pianeta si farà sentire stiamo tranquilli che si sarà obbligati ad agire così, volente o dolente. E quindi quei pochi che nel mondo han le competenze per avviare semplici progetti per far funzionare ad esempio le stampanti 3D, saranno i primi a mettere in moto il nuovo meccanismo di vita tecnology-based! Il futuro dei film non è così utopico, vedrete!

Denis Gobbi

Messaggio da Denis Gobbi » 09/10/2012, 23:49

Salve, sono un nuovo iscritto e proprietario del blog che avete citato, sono contento che vi siano piaciuti gli articoli!

Dove correggere Vitto proprio sul fatto dei posti di lavoro. Se un tempo l'industrializzazione si prendeva i posti che venivano persi dal settore primario, e nei tempi recenti il processo tecnologico ha permesso a moltissimi operai di trovare posto nel settore dei servizi/terziario o terziario avanzato... con l'informatizzazione e la digitalizzazione stiamo aumentando l'efficienza in modo drastico anche in quest'ultimo settore... e purtroppo i nostri politici non colgono affatto il problema. I posti di lavoro che stiamo perdendo non verranno mai recuperati, non ci sono più nuovi settori dove far migrare i disoccupati... a meno che non siate a conoscenza di un quarto settore :mrgreen:

Ma io, sinceramente, non ne ho mai sentito parlare :lol:

Roosvelt diminuì i giorni di lavoro ai suoi tempi, portandoli da 6 giorni lavorativi a 5 proprio a causa dell'efficienza raggiunta dal sistema produttivo nazionale. Oggi abbiamo la stessa situazione ad un più alto livello, se avessimo politici in grado di cogliere il vero problema, saprebbero che fare ovvero: ridurre di un altro giorno lavorativo la settimana lavorativa, aumentare gli stipendi minimi e, ovviamente, introdurre redditi di cittadinanza (e, sia chiaro, noi assieme alla Grecia siamo ancora gli unici in EUROPA a non averlo! cosa scandalosa).
Purtroppo, siccome seguono solo i propri interessi e quelli dei loro padroni, e parlano di castelli di carta e cazzate varie che sono lontanissime dai veri problemi che stanno strozzando l'economia (disoccupazione tecnologica, picco del petrolio, meccanismo della riserva frazionaria e finanza speculativa, sovranità monetaria assente, assurdità del sistema della moneta debito correntemente in vigore) questo apparentemente "progresso" dell'umanità ci stà uccidendo portando fame e desolazione nel mondo del lavoro.

E' una vergogna, non siete d'accordo? E sempre e solo per le solite due cose: ignoranza e interessi privati che vannoa danneggiarci nel collettivo tutti quanti.

Vitto

Messaggio da Vitto » 10/10/2012, 7:49

bella presentazione :lol:
benvenuto :yeah:

d'accordo con tutto quello che hai detto :clap:

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 10/10/2012, 9:22

Grande, un gran bel riassunto
una domanda: come diamine ci hai trovati? :lol:

Denis Gobbi

Messaggio da Denis Gobbi » 10/10/2012, 10:22

Vi ho trovati tramite le stats di wordpress, posso vedere da dove vengono tutti i riferimenti che portano al mio blog, in questo caso i link che hai messo ad inizio thread :)

Contento di vedere che ci sono persone che conoscono l'ingegnere sociale Jaque Fresco :) fai parte del Venus Project o del Movimento Zeitgeist? se no, sarei ancora più contento dato che sarebbe un buon segnale che le idee viaggiano anche al di fuori dei nsotri "circoli" :mrgreen:

Grazie ragazzi del benvenuto.

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 10/10/2012, 12:33

Nessuno delle due, ma le seguo molto attivamente come spettatore :)
Benvenuto a te

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 21/01/2013, 16:11

Brava mamma Nokia http://punto-informatico.it/3694759/PI/ ... ulare.aspx :clap:

il problema è che cojn il sistema monetario attuale si viene a creare solo altra disoccupazione

Avatar utente
WXL
Messaggi: 3451
Iscritto il: 16/05/2009, 11:33

Messaggio da WXL » 07/03/2013, 20:49


Avatar utente
WXL
Messaggi: 3451
Iscritto il: 16/05/2009, 11:33

Messaggio da WXL » 09/03/2013, 9:35

http://gizmodo.com/5989386/dude-has-75- ... ed-replica
il futuro. anche se un po' mi fanno paura ad esser sincero talmente sono bombe.

ma l'utilizzo migliore a cui ho pensato per queste stampanti è: LEGO.
pensa da bambino a quanti progetti non portati a termine perchè mancava un fottuto mattoncino piccolo come un dado, ma importante quanto le fondamenta di una casa. d'ora in poi non sarà più così, d'ora in poi nel momento in cui mancherà il mattoncino andrai su internet, scaricherai il torrent con le specifiche e te lo stamperai direttamente in casa. fantastico :sbav:

Avatar utente
Gid gbr
The sex maniac
Messaggi: 9271
Iscritto il: 24/04/2009, 21:43
Next party: 15-06-2019 Hardcore Maniac @ Number One - Cortefranca (BS)
Località: Porcìa vive!
Contatta:

Messaggio da Gid gbr » 09/03/2013, 10:14

Spettacolo :clap:

questo è un breve video di ciò che riguarderà il futuro :yeah:

Avatar utente
numberinn
Admin
Messaggi: 1996
Iscritto il: 22/04/2009, 13:16
Next party: Mah, boh, chissà...
Località: Brescia
Contatta:

Messaggio da numberinn » 30/06/2013, 3:08

Ormai quelle che usano l'ABS stanno diventando abbastanza comuni (HP in primis) e ne ho vista una per metalli (che però pare più un vero centro di lavoro che una banale stampante) da un cliente che, fra le altre cose, fa piccole produzioni conto terzi.
C'è però da dire che le proprietà meccaniche di un pezzo prodotto in modo "ordinario" non sono nemmeno da confrontare con uno creato con stampante 3D (poi ovvio: se devo fare un fermacarte è un conto, se devo fare il perno ruota di una moto invece...)

Rispondi

Torna a “Tecnologia, elettronica e telefonia”